21.36.09.003

COMUNICATORE TELEFONICO Puo' essere concesso soltanto ai sordi riconosciuti ai sensi della legge 381/70. Apparecchiatura atta a consentire la comunicazione ai sordi utilizzando il normale apparecchio telefonico sostituendo al messaggio verbale il messaggio scritto e visualizzato, nonche' l'invio di frasi e messaggi di allarme in voce prememorizzati destinati agli utenti. Ai sensi delle disposizioni in vigore l'apparecchiatura deve essere omologata presso il Ministero delle Poste e Telecomunicazioni quale dispositivo per minorati dell'udito e/o della parola. (IEC 63,CEN/TC 293-138-7). Caratteristiche: l'apparecchiatura deve poter inviare frasi e messaggi di allarme in voce prememorizzati destinati agli utenti. Il messaggio di allarme in voce deve permettere l'identificazione del chiamante allo scopo di consentirne il soccorso. L'apparecchiatura deve essere dotata di sistema di alimentazione autonoma di almeno 1 h., deve poter funzionare sia in accoppiamento acustico che in collegamento diretto alla linea telefonica ai fini di garantire la comunicazione in ogni condizione. Il visore deve avere minimo 40 caratteri, tastiera per digitazione tipo PC, trasmissione segnale di allarme, velocita' di trasmissione 110 o 300 BAUD.

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.