Il principio di funzionamento della tecnologia ad ultrasuoni si basa sul fatto che gli ultrasuoni generati da un trasduttore piezoelettrico sollecitano il farmaco attraverso un liquido di conduzione (acqua) con una certa frequenza.

Questi creano una energia di rottura capace di vincere le forze di coesione delle molecole del farmaco, causandone la nebulizzazione. 
Un flusso d'aria regolabile generato da una piccola ventola, consente poi di indirizzare l'aerosol nelle vie respiratorie tramite il tubo connesso agli accessori dedicati (mascherine, boccaglio, forcella nasale).

I vantaggi che si possono apprezzare con questo tipo di tecnologia sono la semplicità d'uso, la  silenziosità di funzionamento e una riduzione dei tempi di terapia che lo rendono adatto all'uso pediatrico.